wow-tavolino Philippe Starck

“Una notte ho fatto un sogno, o meglio è affiorato un ricordo.” “Ricordo i bei tempi in cui i divani erano comodi, quando gridavamo “wow” saltandoci sopra. Ero nostalgico. Ma ho pensato che forse non era un male e ho così creato Wow, il sofa che ti abbraccia.” Philippe Starck
Il nuovo divano disegnato da Philippe Starck reinterpreta il divano Royalton, icona del design, disegnato nel 1988 per l’Hotel Royalton di New York e realizzato da Driade. Wow è un sistema componibile estremamente ricco. Ai divani a due e tre posti si affiancano chaise longues ed elementi angolari che permettono di realizzare molteplici combinazioni. La forma segue la funzione primaria: la comodità, denotata dall’alto e avvolgente schienale e dall’imbottitura in gomme poliuretaniche e piuma d’oca. Il sistema di divani è corredato da due tavolini d’appoggio realizzati in acciaio e dotati di top in marmo o in vetro bianco illuminato a led.

caratteristiche

Struttura in acciaio inox spazzolato. Piano in marmo bianco Carrara. Kit carica batteria cellulare con sistema ad induzione da abbinare al tavolino con piano in marmo.

dimensioni

L. 25 P. 35/67 H. 55

L. 25 P. 35/67 H. 55

Struttura in acciaio inox spazzolato. Piano in marmo bianco Carrara. Kit carica batteria cellulare con sistema ad induzione da abbinare al tavolino con piano in marmo.

Philippe Starck
Philippe Starck

Philippe Starck è un designer e architetto francese di fama internazionale. La sua profonda comprensione dei cambiamenti contemporanei, la sua determinazione nel cambiare il mondo, il suo precoce interesse per le problematiche ecologiche, il suo amore per le idee, la sua attenzione nel difendere l’intelligenza dell’utile - e l’utilità dell’intelligenza - lo hanno trasportato da una creazione iconica all’altra. Dei prodotti della nostra quotidianità come i mobili o come uno spremilimoni ai mega yacht rivoluzionari, alle pale eoliche per privati, alle biciclette a pedalata assistita oppure agli hotel e ai ristoranti che aspirano a essere dei luoghi stimolanti, fantasmagorici e intensamente vivi. Questo cittadino del mondo, instancabile e ribelle, considera come un dovere la condivisione della sua visione etica e sovversiva di un pianeta più giusto e crea luoghi non convenzionali e oggetti il cui scopo è essere «utili» prima di essere belli. Philippe Starck e sua moglie Jasmine vivono principalmente sulla scia o nei «luoghi del non luogo».