story Sebastian Bergne

Collezione disegnata da Sebastian Bergne. Realizzati in lana Himalayana annodata, raccontano la storia di un albero e delle sue radici, dell’individuo e dei suoi legami più intimi e segreti. Una decorazione sottile, un design deciso, declinazione in tre varianti di colore: nero, nude e bianco.

caratteristiche

Tappeto tessuto a mano su telaio in cotone e vello in lana dell'Himalaya. Disponibile nei colori bianco e nero. La versione color cipria è realizzata in Bamboo Silk ed è disponibile solo nelle misure L.300 H. 300.

dimensioni

L. 240 P. 300; L. 300 P. 300

L. 240 P. 300; L. 300 P. 300

Tappeto tessuto a mano su telaio in cotone e vello in lana dell'Himalaya. Disponibile nei colori bianco e nero. La versione color cipria è realizzata in Bamboo Silk ed è disponibile solo nelle misure L.300 H. 300.

Sebastian Bergne
Sebastian Bergne

“Ci sono molti modi grazie ai quali un oggetto può far sorridere. Familiarità, sorpresa, bellezza, soddisfazione, orgoglio, semplicità, umorismo o meraviglia. Se un oggetto riesce a strappare un sorriso mentre svolge la sua funzione o, ancora meglio, a causa della sua funzione, allora è ben progettato”. Sebastian Bergne Sebastian Bergne, nato a Londra nel 1966, vive e lavora tra Londra e Bologna. Il suo lavoro è caratterizzato dal suo personalissimo approccio, prima ancora che da una impronta formale. Nella sua opera c’è il gusto per l’innovazione, un amore per la ricerca che deriva da una sottile alchimia capace di combinare riferimenti culturali, umorismo, valorizzazione della funzione e uno stretto contatto con i materiali e con la tecnologia. Ogni progetto è un nuovo inizio….. Dopo aver studiato Industrial Design presso la Central School of Art and Design a Londra, nel 1990 si laurea a pieni voti al Royal College of Art. Nello stesso anno nasce il suo studio, Bergne: design for manufacture, e comincia la collaborazione con produttori quali Authentics, DeBeers, Driade, Habitat, Luceplan, Magis, Moulinex, O Luce, Vitra, WMF, specializzandosi nel design di prodotto e nella creazione di mobili. Il suo lavoro è stato pubblicato dalle migliori riviste del mondo, presentato in mostre collettive e monografiche, inserito nelle permanenti del Museum of Modern Art di New York e del Design Museum di Londra. Numerosissimi i riconoscimenti internazionali.