flo armchair Patricia Urquiola

L’allegria e il calore della Spagna viene trasferito da Patricia Urquiola nel progetto Flo family che sviluppa le molteplici estensioni possibili della seduta in midollino.
Le trame del materiale  vestono le scocche regalando ad ogni seduta un carattere individuale. L’espressività della fibra naturale viene valorizzata dall’abbinamento del midollino con la corda.

caratteristiche

Poltrona bassa. Struttura in acciaio rivestita in midollino versione “aerea”.

dimensioni

L. 85 P. 75 H. 79 Seduta H. 33 

L. 85 P. 75 H. 79 Seduta H. 33 

Struttura in acciaio rivestita in midollino versione “aerea”. 

Patricia Urquiola
Patricia Urquiola

Nasce ad Oviedo, in Spagna. Studia alla Faculdad de Arquitectura de Madrid e al Politecnico di Milano, dove si laurea nel 1989, con una tesi che vede come relatore Achille Castiglioni. Dal 1990 al 1992 è assistente nei corsi tenuti da Achille Castiglioni ed Eugenio Bettinelli sia al Politecnico di Milano che all’ENSCI di Parigi. Dal 1990 al 1996 segue l’ufficio sviluppo prodotti per De Padova, dove firma con Vico Magistretti i prodotti “Flower”, “Loom Sofa” e “Chaise Longue”. Nel 1993 apre uno studio associato con M. de Renzio e E. Ramerino, occupandosi di progettazione architettonica, interni, showroom e ristoranti. Dal 1996 al 2000 coordina il gruppo design dello studio Lissoni Associati. Nel 2001 fonda uno studio personale, dedicandosi soprattutto al design, agli allestimenti e all’architettura. Parallelamente all’attività di progetto, tiene conferenze alla Domus Academy, al Colegio de Arquitectos di Madrid, alla Facultad de Arquitectura di Madrid, presso l’Alvar Aalto Academy di Helsinki e al designEX COMFIA di Melburne. Nel 2003, presso la Galleria Alina Espacio di Maiorca (Spagna) tiene un’importante mostra personale, seguita, a breve distanza, da un’altra presso PakhuisAmsterdam (Paesi Bassi). Tra i riconoscimenti internazionali, ricordiamo il premio “Best system” (Colonia) per la collezione Fjord di Moroso (2003), il titolo di Designer of the Year per Elle Deco International Design Awards (2003), il Good Design Award -Chicago Athenaeum - per la lampada Bague di Foscarini (2003). Collabora con Moroso, Agape, Alessi, B&B, De Padova, De Vecchi, Driade, Foscarini, Kartell, MDF, Molteni, San Lorenzo. Tra gli allestimenti, si segnalano i lavori per Moroso, Knoll, Marks and Spencer (Londra), Molteni, Sand (Danimarca), Somma, Roberto Torretta (Spagna).