meridiana base frassino Christophe Pillet

meridiana, seduta iconica della collezione driade disegnata da christophe pillet nel 2004, trae la sua ispirazione dalle linee del diamante. realizzata nelle varianti: sedia, poltroncina, e sgabello con scocca in policarbonato trasparente, fumè, bianco e nero oppure in pelle. la struttura è invece disponibile nelle finiture acciaio e acciaio verniciato colore nero opaco. seduta dall’estetica inconfondibile e connotante, è perfetta sia in sala da pranzo che in uno studio o in un ufficio.

caratteristiche

Sedia con base su quattro gambe in legno massello di frassino naturale o massello di frassino tinto carbone. Scocca in policarbonato nelle finiture trasparente, fumé, bianco, nero o rivestita in pelle. Uso solo interno.

dimensioni

L. 57 P. 58 H. 84; seduta H. 45

Scarica il catalogo novità 2018

L. 57 P. 58 H. 84; seduta H. 45

Scarica il catalogo novità 2018

Christophe Pillet
Christophe Pillet

Nasce nel 1959. Diplomatosi all’Accademia delle Arti Decorative di Nizza nel 1985, frequenta nel 1986 un master alla Domus Academy di Milano. Collabora con Martine Bedin a Milano, dal 1986 al 1988, e con Philippe Starck a Parigi, dal 1988 al 1993. I primi mobili, editati da XO, risalgono al 1991. A partire dal maggio 1993 lavora come progettista e designer indipendente. Le sue attività spaziano dal furniture design al design di prodotto, dall’interior design all’architettura e agli allestimenti. Collabora, tra gli altri, con Artelano, Cappellini, Ceccotti, Costantino, JC Decaux, Driade, Mazzega, Moroso, Trussardi, Daum, Moët et Chandon, Ecart International, Lacoste Lancôme, l’Oréal, Shiseido, Whirlpool. Nominato creatore dell’anno nel 1995, ha esposto le sue opere al Centre Georges Pompidou di Parigi, al Museo delle Arti Decorative di Lucerna e in numerose altre sedi di prestigio. Tra i progetti recenti o in corso di realizzazione, ricordiamo una serie di accessori per Lacoste, una collezione di lampade per Mazzega, il corner Catherine Malandrino presso Harrod’s a Londra, i negozi Catherine Malandrino a New York, una linea di tappeti per Toulemonde Bochart, i Saloni Redken negli Stati Uniti, l’Hotel SEIZZ a Parigi, il negozio Jean-Claude Jitrois a Londra.