Driade Re-LOVE-ution at Salone del Mobile 2017

Re-LOVE-ution è il tema proposto da Driade per la collezione che il marchio di alta gamma italiano presenta al Salone Internazionale del Mobile 2017.

“Ancora non se n’è andato l’inverno e il melo appare trasformato d’improvviso in cascata di stelle odorose.” Approfittiamo dei versi di Pablo Neruda per accogliervi nella nuova stagione di Driade.
E’ questo il momento in cui assistere alla fioritura della collezione, per noi un giardino, lasciato libero perché possa, in quest’occasione, inaugurare un nuovo passo della nostra storia.

Pensiamo a quello incantevole dei Boboli, a Firenze, ove la scultura disegna spazi, si moliplica, invita all’immaginazione.  Non a caso Driade sceglie il Rinascimento come epoca, fra le privilegiate e le più creative, per rappresentare sé stessa.
Al contempo Driade guarda all’oggi e a ciò che immagina sarà il futuro; per sua natura, è sempre stata sensibile ai linguaggi intellettuali ed estetici del mondo dell’abitare cogliendo con empatia il valore del cambiamento che sta investendo il nostro tempo.

Driade, caleidoscopio di colori, immagini, idee, impressioni ed eredità lasciate al mondo, nasce prima di tutto come atto d’amore, creativo. Non è un caso che il termine Re-LOVE-ution , il paradigma scelto per questa collezione, abbracci specchiate le lettere che compongono la parola love.

La Re-LOVE-ution di Driade dà il via a un capitolo importante: essere protagonista su quel palcoscenico chiamato laboratorio estetico e fondato quasi 50 anni fa.
Mai come oggi la rivoluzione di Driade cerca un contatto con lo stile di vita di ognuno costruendo scenari da personalizzare per chi vuole abitare con emozione.

Lo stand presso la Fiera di Milano-Rho, ampio 400 mq, deve il suo allestimento alla cura dello Studio Palomba Serafini Associati e rispecchia lo spirito della Re-LOVE-ution  di Driade.