modesty veiled Italo Rota

La qualità di essere modesta: la libertà dalla vanità, riguardo per la decenza di comportamento, di linguaggio, d’abbigliamento, semplicità, moderazione, progettata per evitare l’esposizione accidentale di una parte del corpo, un lembo di pudore, di mansuetudine.

caratteristiche

Monoblocco in polietilene nei colori bianco e grigio.

dimensioni

L. 75,5 P. 76 H. 91; seduta H. 45

L. 75,5 P. 76 H. 91; seduta H. 45

Monoblocco in polietilene nei colori bianco e grigio.

Italo Rota
Italo Rota

Italo Rota nasce nel 1953 a Milano, dove si laurea al Politecnico di Milano. Dopo aver vinto il concorso per gli spazi interni del Musée d’Orsay, alla fine degli anni Ottanta, si trasferisce a Parigi, dove firma la ristrutturazione del Museo d'Arte Moderna al Centre Pompidou (con Gae Aulenti), le nuove sale della Scuola francese alla Cour Carré del Louvre, l’illuminazione della cattedrale Notre Dame e lungo Senna e la ristrutturazione del centro di Nantes. Lo STUDIO ITALO ROTA gestisce le complessità di grandi progetti internazionali, alle più differenti scale di dettaglio, dal product design alla progettazione di ampie aree urbane, mantenendo un sistematico intento verso una notevole ricchezza di spazi e forme. Negli ultimi anni lo studio ha seguito la progettazione e la costruzione di alberghi di lusso: a Milano – Boscolo Exedra Hotel, a Roma – Boscolo Palace Hotel e Boscolo Hotel a Bari. A Dubai sono stati inaugurati: nel 2010 Cavalli Club e nel 2011 Chameleon Club al Byblos Hotel. Grandi aree urbane, come l'ex Carlo Erba a Milano sono state oggetto di progettazione di un terziario inedito, nel quale si coniugano le esigenze funzionali alle qualità spaziali di architetture che dialogano con la città ed i suoi abitanti. Italo Rota è stato insignito di vari premi, tra cui la Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana per gli spazi pubblici, la Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana per la cultura e il tempo libero, il Landmark Conservancy Prize, New York e il Grand Prix de l’Urbanisme, Paris. Italo Rota è direttore scientifico della NABA e di Domus Academy.