megara Gordon Guillaumier

Esercizio di stile, delicatezza e sobrietà, Megara si contraddistingue per le linee arrotondate dello schienale che si curva per dar vita al bracciolo, interrompendosi prima nell’incontro con la seduta a creare un raffinato dettaglio: quasi un cuscino che sprofonda nello schienale. Elemento terminale, chaise-longue e pouf declinano il sistema, per un’idea di eleganza completa e senza tempo. Un elemento angolare destro/sinistro, un elemento centrale due posti, un elemento centrale con pouf destro/ sinistro, un elemento centrale con tavolino destro/ sinistro e un tavolino basso in noce canaletto e struttura tessile completano la gamma e garantiscono la massima componibilità. I diversi componenti e la vasta gamma di rivestimenti offrono un’ampia possibilità di scelta e personalizzazione: un divano che si adatta facilmente a spazi di diverse metrature e in grado di soddisfare ogni esigenza. Pensato per chi ama le sedute dall’immagine classica, senza rinunciare ad un tocco di originalità.

caratteristiche

Struttura in legno e rinforzi metallici, imbottitura in schiume poliuretaniche a densità differenziata e piuma d’oca. Rivestimento sfoderabile in tessuto, velluto o pelle. Con il rivestimento in pelle la struttura non è sfoderabile. Non sono inclusi i cuscini piccoli.

dimensioni

Divano 3 posti: L. 220 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Divano 4 posti: L. 277 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Elemento terminale dx o sx: L. 200 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Elemento angolare dx o sx: L. 195 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Elemento centrale 2 posti: L. 180 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Elemento centrale con pouf dx o sx: L. 186 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Elemento centrale con tavolino dx o sx: L. 186 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Dormeuse dx o sx: L. 99 P. 135 H. 85; seduta H. 41
Pouf: L. 98 P. 98 H. 45
Tavolino: L. 98 P. 98 H. 37
Cuscino piccolo: L. 56 H. 38

Divano 3 posti: L. 220 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Divano 4 posti: L. 277 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Elemento terminale dx o sx: L. 200 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Elemento angolare dx o sx: L. 195 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Elemento centrale 2 posti: L. 180 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Elemento centrale con pouf dx o sx: L. 186 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Elemento centrale con tavolino dx o sx: L. 186 P. 102 H. 85; seduta H. 41
Dormeuse dx o sx: L. 99 P. 135 H. 85; seduta H. 41
Pouf: L. 98 P. 98 H. 45
Tavolino: L. 98 P. 98 H. 37
Cuscino piccolo: L. 56 H. 38

Gordon Guillaumier
Gordon Guillaumier

Gordon Guillaumier è nato nel 1966 a Malta. Studia a Malta, in Svizzera, in Inghilterra e in Italia. Si è diplomato in industrial design presso lo IED di Milano (1988-1991) ottenendo successivamente un master in industrial design presso la Domus Academy, Milano (1992). Nel 1993 ha effettuato l’apprendistato con Baleri Associati e nello stesso anno ha collaborato con l’architetto e designer Rodolfo Dordoni. In questo periodo Gordon disegna i suoi primi pezzi firmati per Foscarini e Mito. Nel 2002 apre il proprio studio di design a Milano, lavorando sul design di prodotto ma anche come consulente per progetti di design. Come consulente e art director, Gordon ha collaborato con: Driade per la collezione Atlantide e DHouse, Dornbracht Interiors per accessori bagno, Fiam per la collezione Liv’it, Roda per mobili da esterno e con Pamar per maniglie. Come progettista Gordon ha disegnato per varie rinomate aziende internazionali; ceramica e oggetti per Bosa, Pandora, PaolaC e De Vecchi; mobili per Arketipo, CasaMilano, Desalto, De Sede, Driade, Fontana Arte, Frag, Gebrüder Thonet Vienna, Lema, Matteo Grassi, Montina, Minotti, Moroso, Roda, Tacchini e Varaschin; illuminazione per Foscarini, AV Mazzega e Oluce; accessori per Elica, maniglie per Pamar, accessori bagno per Nobili Rubinetterie e Azzurra Ceramica. I suoi lavori di interior design sono focalizzati principalmente su progetti residenziali, riguardanti sia l'architettura e che gli interni. Gordon ha partecipato in varie mostre e fiere; ”Pro-gettare” Abitare II Tempo, Verona (1999), Milano (2001); Molteni Villa Torlonia (2002); Pamar, Palazzo Crivelli (2006/2012); Roda, Salone del Mobile Milano (2006/2014), Mondadori Interni(2011/2014) Nel 2006 ha tenuto delle conferenze alla facoltà di disegno industriale presso il Politecnico di Milano.