Bedda si caratterizza per la particolare sagoma degli schienali arricchita da grandi e morbidi cuscini. Lineare, ma volumetrico al contempo, pensato per essere posizionato a parete come in centro stanza, nato per la conversazione da salotto come per schiacciare un rapido pisolino. Ma soprattutto, grazie ad un ricchissimo abaco compositivo, adatto a risolvere le innumerevoli situazioni che la vita contemporanea presenta. Insomma un divano fortemente metropolitano.

caratteristiche

Struttura in legno e acciaio, piedini in acciaio verniciato colore grigio, imbottitura in schiume poliuretaniche, cuscini in schiume poliuretaniche e piuma d’oca. Rivestimento sfoderabile in tessuto o pelle.

dimensioni

 Dormeuse lunga destra e sinistra: L. 94 P. 240 H. 90 Seduta H. 42

 Dormeuse lunga destra e sinistra: L. 94 P. 240 H. 90 Seduta H. 42

Struttura in legno e acciaio, piedini in acciaio verniciato colore grigio, imbottitura in schiume poliuretaniche, cuscini in schiume poliuretaniche e piuma d’oca. Rivestimento sfoderabile in tessuto o pelle.

Terry Dwan
Terry Dwan

Nata a Santa Monica in California, inizia la sua professione studiando ingegneria strutturale e architettura alla Rice University a Houston, e belle arti alla SACI a Firenze, concludendo con un Master in Architettura nel 1984 alla Yale University. Vince una borsa di studio “Fulbright Scholarship” che la porta a Roma a studiare architetture funerarie e nel 1986 fonda lo studio associato Citterio Dwan occupandosi di progettazione architettonica residenziale e commerciale, negozi e showroom in Europa. Si abilita come architetto sia negli Stati Uniti che in Italia e nel 1991 apre il suo studio a Milano dedicandosi principalmente alla progettazione architettonica e di interni in Svizzera, Germania e Italia, vince premi e concorsi internazionali di architettura e ha partecipato a mostre tra Bordeaux, Tokyo, Osaka, e Milano. Nel 1996 inizia a sviluppare progetti di design, collaborando con aziende come Sawaya & Moroni, Riva1920, Electrolux e San Lorenzo. Dal 1997 al 2005 è stata docente di architettura presso lo Sudio Arts Center International e ha tenuto numerose conferenze da New Haven a Bogotà. L’attività progettuale degli ultimi anni riguarda sia il settore architettonico (residenze private, allestimenti e interni) che il settore del design (collezioni di mobili, porcellane, argenti), ed alcuni suoi lavori sono presenti nella collezione permanente della Triennale Design Museum di Milano. Dal 2004 al 2009 è art director di Riva1920 e nel 2010 inizia la sua collaborazione con Driade con lo studio delle collezioni di divani Borgos e Bedda.